CARICAMENTO CAMION: A CHI SPETTA IL CARICAMENTO DELLA MERCE

CARICAMENTO CAMION: A CHI SPETTA IL CARICAMENTO DELLA MERCE

Il caricamento della merce sul camion è un argomento che suscita spesso disaccordo, in merito al fatto che spetti o meno all’autotrasportatore.

Prassi diffusa è quella di chiedere all’autista la movimentazione della merce all’interno del mezzo e sino a banchina ed oltre.

Questo non significa, però, che un tale procedere rispetti le regole del normale svolgimento dell’attività.

Va premesso, che esistono delle clausole contrattuali a sostegno della regolamentazione in materia;

se ad esempio le regole Incoterms fossero ex-works – ”exw” e quindi riferite solo al rapporto tra venditore ed acquirente, non vi sarebbe alcun obbligo per il vettore.

L’azienda di trasporto e quindi l’autista, non sarebbero obbligato a movimentare la merce, come spesso invece accade.

Va ricordato, inoltre, che come previsto dal contratto collettivo di lavoro, gli autisti non dovrebbero neppure sostare nelle aree dedicate al carico/scarico della merce.

Ciò risulta importante nel caso di eventuali infortuni, la cui responsabilità ricadrebbe su chi ha richiesto la prestazione, ovvero il ricevente.

Per un corretto e sicuro scarico della merce, quindi, risulta fondamentale specificare in fase di contratto preliminare le condizioni di scarico, indicando all’acquirente che nel caso si tratti di una vendita exw, spetterà sì al venditore mettere a disposizione del compratore la merce, nel luogo indicato, ma a terra o sulla banchina, senza occuparsi di un eventuale carico.

Se, invece, si volesse predisporre in fase contrattuale, tale attività a cura del venditore, bisognerebbe specificare tale obbligo con una deroga c.d. ”ex works loaded” ovvero con carico a cura del venditore, appunto.

 Importante, quindi, conoscere ed essere sempre aggiornati in merito alla regolamentazione di settore, al fine di tutelare la propria azienda e chi vi opera.