FONDI PER L’AUTOTRASPORTO E LEGGE DI BILANCIO: PARERI CONTRASTANTI

FONDI PER L’AUTOTRASPORTO E LEGGE DI BILANCIO: PARERI CONTRASTANTI

Fondi per l’autotrasporto e legge di bilancio: chi vorrebbe rimandare e perchè.

Si è svolto a Roma, il primo Febbraio di quest’anno, il secondo incontro al Ministero dei Trasporti, per discutere sulla ripartizione dei fondi per l’autotrasporto.

Come previsto dalla Legge di Bilancio si parla di 236 milioni di euro, ai quali si devono aggiungere 46 milioni derivanti dalla riduzione dei pedaggi autostradali.

Gli aspetti su cui si è discusso e che quindi rallentano la definizione dello stanziamento, riguardano prima di tutto il perido da prendere in considerazione.

Pareri ontrastanti in merito perchè una parte delle associazioni di trasportatori sostengono che si debba prendere in considerazione il triennio a cui si rifà appunto la Legge di Bilancio, ovvero 2019-2020, mentre dal lato opposto chi ritiene si debba operare solo sull’anno 2018.

La tesi di chi vorrebbe prendere in considerazione solo l’ultimo anno, porta a sostegno della sua tesi due aspetti:

  • il primo riguarda il fatto che per il periodo 2019-2020, dalla legge di Bilancio, non sarebbe stato ancora stanziato nulla per i pedaggi autostradali:
  • il secondo riguarda la situazione politica e le elezioni imminenti di Marzo, che potrebbero cambiare assetti e dinamiche politiche.

Questi i principali motivi che spingono alcuni a sostenere di dover attendere nella definizione degli stanziamenti dei fondi per l’autotrasporto.