COME UTILIZZARE CORRETTAMENTE UNA SPONDA IDRAULICA

COME UTILIZZARE CORRETTAMENTE UNA SPONDA IDRAULICA

I passaggi da seguire per lavorare in sicurezza e ridurre l’usura

Le sponde idrauliche rappresentano, senza dubbio, un ausilio fondamentale per un autotrasportatore, poiché aiutano a ridurre di molto i tempi di carico e scarico della merce ed alleggeriscono l’attività lavorativa.

Capita spesso, però, che per fretta o per inesperienza le pedane di caricamento, vengano utilizzate in modo scorretto, rischiando di ridurre di molto la vita media del componente stesso, oltre ad esporre chi le utilizza a rischi spesso sottovalutati.

Tanti gli accorgimenti da avere ed altrettante le attività tecniche e burocratiche legate alla manutenzione, alle modifiche ed al collaudo speciale, di cui potete leggere un approfondimento, che troverete sicuramente interessante, qui.

Con questo articolo, invece, vorremmo fare un memorandum, sempre utile da rileggere, su come utilizzare correttamente una sponda idraulica, per lavorare in sicurezza e preservare le funzionalità della pedana.

Cosa sono le sponde idrauliche

Le sponde caricatrici sono delle attrezzature di sollevamento che vengono incernierate nella parte posteriore del cassone del mezzo. Si tratta di pedane mobili autosollevanti movimentate da cilindri idraulici.

Vengono usate sempre più frequentemente per caricare merci ed operatore in special modo quando il piano di carico non coincide con il pianale del mezzo e la merce movimentata è pallettizzata o trasportabile con attrezzature quali transpallet manuali o roll.

I due modelli di sponde caricatrici, in commercio, più utilizzate sono le sponde caricatrici verticali e retrattili, che si differenziano l’una dall’altra per il sistema di aggancio al mezzo e per il sistema idraulico di apertura.

Quale scegliere? Qualche consiglio in questo articolo.

Le sponde caricatrici verticali in posizione di viaggio vengono a trovarsi appoggiate verticalmente alla parte posteriore del camion.

Le sponde caricatrici retrattili, invece si troveranno sotto il piano di carico.

Come utilizzare correttamente una sponda idraulicha. Cosa fare e cosa non fare

Uno degli errori da non commettere assolutamente è quello di utilizzare la sponda a sbalzo, come una sorta di ponte di raccordo tra il mezzo su cui è montata e una superficie elevata (es. una banchina di carico, un altro mezzo) con lo scopo di trasferire delle merci.

Da evitare, sempre. Lo scarico a banchina rappresenta una delle maggiori cause di rottura di una sponda idraulica.

Solo dopo aver posizionato il mezzo nella zona prestabilita ed averlo bloccato utilizzando gli appositi comandi, l’autista può sganciare le chiusure di sicurezza, aprire la pedana e porla in posizione di lavoro.

Per le sponde caricatrici retrattili che in posizione di viaggio si trovano sotto il piano di carico e sono piegate a metà, all’apertura bisogna sollevare manualmente e mettere in posizione la parte sovrapposta.

Se previsto e se istallati devono essere aperti gli stabilizzatori idraulici o meccanici per dare più stabilità al camion.

Abbassata la pedana a livello del terreno l’operatore può farsi sollevare, assieme all’attrezzatura fino al piano del cassone per poter prelevare la merce da scaricare, o farsi sollevare con la merce per poi ricoverarla nel mezzo, a seconda dell’operazione che deve eseguire.

I comandi per il funzionamento sono due: a piede o manuale.

Tali accessori sono del tipo uomo presente, cioè a pressione mantenuta ed a due pulsanti contemporanei in modo da garantire una posizione sicura all’operatore. comandi a pressione di tipo a doppio comando e a uomo presente sono posti sul piano di calpestio della sponda caricatrice e vengono premuti con i piedi.

Riguardo l’uso del comando a piede dovrà essere previsto uno spazio libero per l’operatore pari a circa 50X50 cm.

Sul fianco del mezzo vi è un apposita pulsantiera ad uso manuale; è presente anche un selettore per l’esclusione dell’una o dell’altra pulsantiera in quanto non possono funzionare contemporaneamente.

Per evitare il rotolamento sono previsti dei sistemi di bloccaggio (roll on) che fissano l’attrezzatura evitandone lo spostamento durante la fase di movimento della sponda caricatrice.

Tali elementi sono utili quando si tratta di movimentare i roll (ceste verticali dotate di ruote) che vengono movimentati manualmente spingendoli sulla sponda.

Terminate le operazioni di carico e/o scarico la pedana verrà chiusa, portata contro il cassone e agganciata in sicurezza in caso di sponda verticale, oppure retratta sotto il cassone in caso di sponda retrattile.

Sponde idrauliche sicure

Ultimo spetto importante, da tenere presente, quando si fa uso frequente di una sponda idraulica è la conformità dell’ausilio a quanto previsto dalla legge e di conseguenza la sicurezza per l’operatore che ne fa uso.

Ad oggi, tutte le attrezzature di caricamento, montate su un automenzzo devono essere conformi al D.P.R. 459/96 (Direttiva Macchine), essere marcata CE, avere la dichiarazione di conformità ed essere corredata di libretto di uso e manutenzione in cui vengono descritti le modalità d’uso, indicate le portate, descritti i sistemi di sicurezza e la manutenzione da effettuare.

Più di uno gli aspetti da tenere in considerazione, quindi, per utilizzare correttamente una sponda idraulica, per sfruttarne a pieno le potenzialità, per preservarne l’usabilità e la funzionalità prodotto nel lungo periodo e per avere un mezzo di lavoro sempre sicuro in ogni sua componente.

Vuoi ricevere maggiori consigli su come utilizzare correttamente una sponda idraulica?

Devi acquistarne una e vuoi il consiglio di un esperto?

Scrivici e richiedi il parere gratuito e senza impegno di un esperto.

SCRIVI QUI